La stagione della Motogp, che prenderà il via in Qatar il prossimo 18 marzo, comincia a scaldare i motori e a testare i nuovi prototipi che si contenderanno il titolo iridato.

Ducati in pole position nei test di Sepang

Sugli scudi in assoluto la prestazione delle due Ducati, che nei test effettuati sul circuito malese di Sepang lo scorso gennaio hanno dimostrato di aver lavorato duro e bene durante l’inverno: infatti la miglior prestazione di tutte le sessioni va Jorge Lorenzo, che ha segnato con la sua moto il nuovo record della pista sul giro, pari al tempo di 1’58”830.

Alle spalle di Lorenzo il connazionale Dani Pedrosa, che con la sua Honda ha segnato un tempo distante solo 179 millesimi dalla pole. Terzo a 222 millesimi il britannico Cal Crutchlow sulla sua Honda cliente. Molto distanti Rossi e Marquez, rispettivamente settimo e ottavo.

I primi test sul nuovo circuito thailandese di Buriam

Conclusisi i primi test di gennaio sul circuito malese di Sepang, il Motomondiale approda ora in Thailandia, dove si tratterrà fino al 18 febbraio prossimo presso il Chang International Circuit di Buriram, città situata a 400 chilometri dalla capitale Bangkok.

Il tracciato, disegnato dal celebre architetto tedesco Tilke – già autore di numerosi circuiti automobilistici – è l’assoluta novità del 2018, e con i suoi oltre 4 chilometri di asfalto sta già ospitando i test della Motogp.

I progressi in casa Aprilia e le dichiarazioni dei piloti ufficiali

Da segnalare i passi in avanti che ha svolto Aprilia, la casa italiana tornata a competere nel Motomondiale nel 2015, che ha affidato la sua RS-GP 2018 con motore V4 al pilota britannico Scott Redding.

Il corridore, che già aveva preso confidenza con la moto italiana a Valencia lo scorso novembre, ha dichiarato la sua intenzione di voler “Continuare a migliorare, sviluppare l’Aprilia, lavorando molto nei test sulla nuova moto.” Questo è quanto riporta l’agenzia ANSA, in un articolo in cui il pilota fa il punto della situazione sul nuovo motore e sui nuovi componenti sviluppati dalla casa di Noale.

“Abbiamo ancora qualche test prima dell’inizio del campionato e voglio sfruttarli al meglio” – continua il britannico – “dopodiché la mia priorità sarà migliorare gara per gara ed essere il più competitivo possibile”.

Il compagno di box Aleix Espargarò ha invece espresso qualche perplessità sul nuovo tracciato di Buriam, affermando tuttavia la volontà di voler esprimere tutto il potenziale della moto su di un circuito nuovo e diverso rispetto a quello malese di Sepang.

“La pista mi è sembrata un po’ strana, con tanti rettilinei, ma confido in un buon test” – ha dichiarato lo spagnolo, che sembra essere sull’onda delle affermazioni del campione del mondo della Motogp Marc Marquez, reduce da una sessione di test molto positiva sul circuito di Sepang con la sua Honda.

Marquez pronto ma dubbioso sul nuovo tracciato

“Con questo test abbiamo la fortuna di poter conoscerne il disegno” ha detto l’iridato spagnolo, esprimendo la sua soddisfazione per poter fare qualche giro preliminare in scooter sul nuovo nastro d’asfalto.

Per restare aggiornato e non perdere nessuna news visita la sezione: sky motogp