Documentazione atto di compravendita immobile

La compravendita di un immobile solitamente si avvale di due procedure, la prima detta anche compromesso rappresenta una promessa di vendita, a questa segue il contratto definitivo dove si esprime il consenso delle due parti e con il quale si formalizza il trasferimento della proprietà di un immobile con la garanzia che questo sia immune da vizi o diritti reali da parte dei terzi.

Deve necessariamente essere stipulato con atto pubblico da un notaio o in forma privata autenticata, dove il venditore si impegna a consegnare il bene in oggetto dietro pagamento del prezzo da parte del compratore, segue la trascrizione presso il registro immobiliare per aver efficacia nei confronti dei terzi.

Un immobile per poter essere venduto deve godere di precisi requisiti, quali:

− Atto di provenienza, che può essere frutto di una precedente compravendita o di una donazione.
− Nota di trascrizione dell’ipoteca, qualora questa penda sull’oggetto in questione
− Visura ipotecaria, atta a comprovare che non sussiste alcuna ipoteca sul bene.
− Dati catastali con relativa planimetria, rilasciati regolarmente dall’Ufficio del Catasto
− Concessione edilizia richiesta presso l’Ufficio tecnico del comune di appartenenza
− Certificato di agibilità, rilasciato dal comune
− Certificato di conformità degli impianti
− Certificato energetico
− Documenti personali del venditore

Nel caso si tratti di un appartamento in condominio, sono necessari altri due documenti:

− Regolamento del condominio
− Certificato della situazione pagamento condominio.

Ringraziamo per le informazioni il portale dedicato alle pratiche edilizie www.irebuilding.com, specializzato in interventi in Abruzzo e nella promozione di immobili nel territorio.