Di saldatrici in commercio ne esistono moltissime. In questo articolo vi aiutiamo a individuare quella migliore per voi, così quando ne avete bisogno per risolvere alcuni problemi in casa, avrete quella giusta a portata di mano! Chiaramente la saldatrice per un principiante e quella per un professionista è diversa. Per esempio la saldatrice ad elettrodo MMA è ideale per chi sta iniziando, perché molto più sicura e semplice da usare. Iniziamo però a vedere tutte le caratteristiche da tenere in considerazione.

Cos’è la saldatrice?

La saldatrice è un trasformatore che converte la corrente di casa in corrente continua, con amperaggi che variano in base all’intensità che serve per saldare. Grazie a un pulsante che può essere girato a vostra scelta, è possibile potenziare la saldatrice e perfezionare così il regolamento.

Possiede poi due connettori, uno con polo positivo uno con polo negativo. Uno serve per la pinza porta elettrodi e l’altro per la massa.

I diversi tipi di saldatrice

Esistono diversi tipi di saldatrice in commercio, più o meno adatti in base al tipo di lavoro che si deve svolgere.

MMA Inverter: La saldatrice MMA inverter è ideale per i principianti. Si tratta di un modello leggero e che permette di saldare facilmente le superfici in metallo tra i 2 e 10 mm di spessore. Dovete regolare voi la potenza in base allo spessore. Questo tipo di tecnologia è particolarmente comodo perché permette di ottenere un aspetto migliore del metallo saldato, risparmiando anche energia. Quando viene avviata, realizza un arco elettrico che fornisce una fonte di calore uguale o superiore a 3.600 gradi. Serve a fondere contemporaneamente i bordi metallici e l’elettrodo.

Saldatrice semi-automatica: La saldatrice semi-automastica invece permette di saldare bene grazie al filo per saldare che può funzionare in modo costante. Non serve in questo caso la rimozione della loppa. Con questa tipologia di saldatrice viene realizzato un arco elettrico che porta alla fusione di un metallo di supporto e che scorre poi a una velocità che viene stabilita a livello della torcia. Il filo per saldare ha al suo interno un flusso regolatore per la fusione al momento della saldatura.

Mig Mag: Si tratta di un filo animato con gas. La procedura è perfetta per esempio per saldare in grande quantità. Viene usata soprattutto quando c’è da assemblare punti molto vicini tra loro. Può essere comunque usata in moltissime occasioni diverse. Anche lei è una saldatrice semi-automatica. Il gas inerte o attivo presente nel filo viene diffuso a livello della torcia. Il gas permette di proteggere dalla corrosione la saldatura.

Saldatura a scarica di condensa: E’ perfetta per saldare a scarica di condensatori di perni, boccole a saldare etc. E’ una saldatrice a scarica capacitiva e si distingue da altri modelli perché garantisce una qualità di saldatura molto alta.

TIG: il TIG consente di saldare le lamiere molto sottili di ferro e tubi d’acciaio inox. la saldatura appare molto fine.