Cambiare l’arredamento della propria casa è un’operazione che si fa abbastanza spesso, ma non sempre dedichiamo la nostra attenzione a particolari utili come il posizionamento del televisore in ogni stanza in cui è presente. Se progettato con cura, può portare benefici in termini di spazio guadagnato ed anche una visuale più comoda e piacevole.

Ma come potrebbe essere sistemato l’apparecchio in modo che risulti meno ingombrante? Semplice, utilizzando i supporti per tv, i quali consentono di fissare il televisore alla parete o al soffitto della stanza, utilizzando lo spazio “alto” e liberando quello “basso”.

I modelli che è possibile acquistare possono essere di tre tipi:

  • Fissaggio a muro: consentono di attaccare il tv ad una parete verticale, meglio se è una parete portante, così da garantire una maggiore stabilità che duri nel tempo.
  • Fissaggio a soffitto: questa alternativa può risultare utile nel caso in cui le pareti della stanza siano tutte occupate da mobili o altro, oppure nel caso in cui l’ambiente sia così ampio che risulti necessario posizionare l’apparecchio molto in alto affinché si possa vedere bene da qualsiasi distanza.
  • Colonna poggiata a terra: In questo caso la tv deve essere fissata ad un supporto che non si troverà “appeso in aria” ma poggiato a terra. In questo caso le varianti disponibili sono molto diverse tra loro in quanto non si tratta di una semplice staffa in metallo ma di veri e propri mobili belli da vedere che offrono anche mensole ed appoggi per eventuali lettori DVD, console per gaming e altro. Alcuni modelli sono dotati di ruote per consentirne uno spostamento pratico migliorando la visuale o favorendo operazioni di pulizia.

Meccanismi fissi e mobili

I supporti a colonna non sono gli unici a godere di una certa mobilità: anche gli altri due tipi infatti offrono versioni sia fisse che girevoli, consentendo un minimo di movimento anche agli apparecchi appesi alle pareti. Questa soluzione risulta utile se la stanza in questione è molto illuminata e ciò disturba la visione. Se l’idea di alzarvi ogni volta per modificare l’orientamento del televisore non vi piace proprio, potrete acquistare una versione leggermente più costosa contenente anche un telecomando per operare dalla distanza.

 

Fissaggio

 

Il fissaggio di questi supporti è semplice: l’estremità più larga è quella che dovrà essere fissata al muro, avendo cura di utilizzare viti lunghe e resistenti, mentre la lamina più corta dovrà essere bloccata sul retro del dispositivo.

 

Ora, i televisori in commercio sono moltissimi, ognuno dei quali ha un peso diverso ed una grandezza diversa, ed è ovvio che un solo supporto non può andar bene per ogni caso. Non c’è però da allarmarsi, in quanto è molto semplice capire qual è il prodotto che fa al caso nostro; è sufficiente controllare che il peso del televisore non superi il massimale supportato, e che le misure dello standard VESA, facilmente rintracciabili su internet o sulle istruzioni, coincidano con quelle del meccanismo di fissaggio.

Una volta scelto il tipo ed il modello giusto, non resta che munirsi di trapano e fissare il tutto dove si desidera!