Il bagno chimico è qualcosa che di solito viene utilizzato in modo saltuario, per esempio all’interno dei cantieri, dove gli operai devono passare molto del loro tempo e perciò hanno bisogno di uno o più bagni sempre a disposizione. Esteticamente sono delle cabine piccole a grandezza uomo, di plastica rigida che impediscono completamente la visibilità di ciò che succede all’interno per la massima privacy.

Il bagno chimico viene di solito preso in affitto. Ci sono aziende che si occupano proprio di affittarli, potete informarvi da Sebach Prezzi.

Di solito chiedono in affitto i bagni chimici le aziende edili che devono installare per lunghi periodi cantieri su strada, dove non ci sono bagni nelle vicinanze dei quali è possibile usufruire. Oppure chi sta organizzando una fiera all’aperto e deve appunto mettere a disposizione di chi lavora ma anche di tutti i clienti diversi bagni.

Questi sono i classici bagni chimici mobili, con la cabina incorporata. Non dimentichiamoci però che il bagno chimico viene installato anche sui camper.

Ma come funzionano a livello tecnico?

In pratica è formato da una parte superiore e da una inferiore. Quella superiore è un contenitore di acque bianche che serve per sciacquare il gabinetto a ogni utilizzo. C’è anche il sedile per sedersi. Nella parte inferiore ci sono le acque nere, gli scarti prodotti e sciolti dai prodotti chimici. Possono essere separate le due parti per permettere lo svuotamento.

All’interno del bagno chimico viene utilizzato un liquido chimico diluito con dell’acqua, che serve a sciogliere i liquami. Dovrà poi essere riempito il serbatoio con i litri di acqua che può contenere per poter tirare lo scarico. Nei negozi online oltre che comprare o affittare i bagni chimici potete comprare anche i liquidi per decomporre gli escrementi, così come la carta igienica solubile.

Ricordatevi che, se lo avete comprato o comunque dovete renderlo all’azienda, dovete pulirlo per bene e conservarlo asciutto così che duri il più a lungo possibile.