Potrebbe sembrare una scelta irrilevante, ma porte e infissi di casa vano scelti con molta cura per avere una base perfetta per l’arredamento. Tutti gli elementi di una casa vanno scelti con massima attenzione, sia che si tratta di una nuova costruzione che di una casa ristrutturata. In entrambi i casi, valgono i seguenti consigli dei maggiori esperti di interior design.

Definire lo stile

La prima mossa è definire uno stile unico e univoco per tutto l’ambiente domestico, senza mai fare l’errore di mescolare stili diversi oppure di passare da uno stile all’altro entrando in una stanza diversa.

Scegliere i materiali

Una regolare dell’interior design è quella di non mischiare i materiali tra di loro. Bisogna puntare su un apio di materiali al massimo, evitando di passare dal legno al vetro, dal metallo alla plastica. Il materiale per ogni elemento deve esser deciso in anticipo e concordato con tutto il resto. Infatti, se si usano delle porte in legno naturale, ha poco senso scegliere infissi a Roma in pvc : meglio restare sul legno. Lo stesso valer per i pavimenti che devono spostarsi con le porte interne per avere un ambiente univoco.

Non si può inserire una scala a vista in vetro e poi no usare più il materiale che va riposto per il parapetto del balcone e anche per il piano del tavolo padronale.

Tenere conto delle tinte degli arredi

I colori di un’abitazione devono sempre esser bilanciati. Il segreto è sempre quello di evitare i mix. È vero che di anno in anno le tinte degli interni possono cambiare e modificarsi, ma in realtà non ci sono mai grandissime novità che spuntano fuori da nulla. I consiglio migliore dei designer di interni è usare un colore di base, che di ultimamente è il grigio oppure il beige. Si possono utilizzare tutte le sfumature di grigio o di beige e poi accostare altre tinte come il blu, il giallo, il verde o il rosa. Le possibilità sono pressoché infinte e l’equilibrio si ottiene grazie all’attenzione che si pone a tutti i dettagli.