La raccolta di rifiuti è un compito che spesso può rivelarsi gravoso, ma soprattutto che è importante per preservare gli ambienti e le persone che vi abitano. Per tanto è necessario avvalersi di strumenti adeguati per effettuare al meglio ed in sicurezza questo genere di operazione.

Per la raccolta dei rifiuti estremamente utili sono le benne per escavatori. Si tratta di strumenti, spesso erroneamente identificati con i cucchiai da scavo, appositamente progettati per i lavori di carico e scarico di diversi materiali. Ma che cosa sono esattamente? E a chi è bene affidarsi per l’acquisto di tali prodotti?

Cerchiamo di rispondere a tali domande, in quanto, spesso, riguardo alle benne in generale o a quelle specifiche per i rifiuti, c’è un po’ di confusione. Infatti, bisogna considerare che si tratta di strumenti da lavoro abbastanza costosi, per tanto è bene scegliere quello più adatto alle proprie esigenze, così da attuare un vero e proprio investimento nel tempo.

Che cosa sono le benne per rifiuti?

Il termine “benna” deriva dal latino e serve per indicare uno strumento meccanico che consente il sollevamento, il trasporto, nonché il deposito di materiali. Solitamente, le benne vengono montate su mezzi cingolati, come gru, escavatori e terne semoventi, e sono caratterizzate da due grandi valve a cerniera apribili e chiudibili a comando (benne bivalve).

Le benne per rifiuti vengono impiegate prevalentemente per la raccolta o la movimentazione di rifiuti solidi urbani, ramaglie, rifiuti organici, fogliame, letame, terra, sabbia, ghiaia, pannelli in cartongesso, pareti, laterizi, ecc. Per scegliere la benna migliore per questo genere di attività, è necessario valutare le caratteristiche della macchina a cui dovrà essere collegata, in modo che vi sia compatibilità.

Tuttavia, è necessario considerare anche la capacità e le dimensioni della benna. In questo caso, molto dipende dalle necessità. Infine, è importante anche valutare il peso, in quanto può incidere su diversi aspetti, come la resistenza ed il costo. Di norma, è bene optare per prodotti di qualità destinati a durare nel tempo, soprattutto qualora l’impiego previsto sia assiduo.

A chi affidarsi per l’acquisto di benne per rifiuti?

Quando si deve procedere all’acquisto di benne per rifiuti è importante individuare dei rivenditori affidabili, in grado di garantire prodotti di qualità. Infatti, è bene specificare che non tutte le benne bivalve che si trovano in commercio sono effettivamente valide.

Questo perché non tutte le aziende produttrici sono interessate al benessere dei clienti, in quanto hanno come unico scopo quello di guadagnare. Particolarmente degna di nota è Tecnobenne, una ditta fondata nel 2001 e specializzata nelle progettazione e nella produzione di attrezzature idrauliche ed idroidrauliche per il sollevamento e la movimentazione di diversi materiali.

Alla base di tale importante realtà produttiva vi è un personale qualificato ed altamente specializzato, in grado di realizzare in maniera rapida prodotti standard, ma anche personalizzati, così da far fronte a qualunque tipo di necessità. Per la raccolta di rifiuti tale azienda propone i modelli BOTR e BOTLMR, che sono sicuramente i più validi in commercio.